Dip.ant.49 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Sacra Famiglia


fine XVII secolo olio su tela,
con importante cornice dorata dell'epoca

Dimensioni (cm): tela 97 x 148
con cornice 117 x 168

La spendida Sacra famiglia in esame, databile intorno alla fine del Seicento, proviene dagli arredi di una dimora Romana dalla quale abbiamo recentemente acquistato molti pezzi d’antiquariato di grande importanza. 

Nonostande l'opera sia ancora in fase di attribuzione specifica, non è difficile coglierne dopo un primo sguardo la superba maestria del suo autore; in particolare forti sono le analogie con l'operato del maestro di Urbino Federico Barocci (1535-1612), che fu riferimento fondamentale per molti artisti del Seicento e oggetto di studio e di ispirazione ancora attuale nel Settecento. Caratteristica peculiare nonchè successo del Barocci, e che ritroviamo nella tela proposta, è l'armonico accordo tra i colori e una eccezionale dolcezza del disegno;

Un naturalismo caldo e comunicativo, capace di interpretare l'evento sacro in una chiave di quotidianità.
In questa Sacra Famiglia, soggetto sacro per eccellenza, l'artista comunica un legame affettivo ed emozionale fra lo spettatore e l'evento rappresentato, suscitando una commozione tale che diventa devozione.

Studiatissima ma estremamente naturale appare la teoria di gesti e sguardi dei protagonisti, con una sapiente resa espressiva dei personaggi, da cui trapela un intensa intimità familiare. Il volto di San Giuseppe suscita un immediato senso paterno grazie allo sguardo intenerito ed al gesto morbido della mano, quasi volesse benedire il Bambino. Anche nel volto di Maria non trapela quella pensosa malinconia associata alla rassegnata premeditazione del destino tragico del figlio, ma al contrario solo serenità e dolcezza.

Dal punto di vista stilistico possiamo apprezzare la composizione sapiente unita ad una resa prospettica molto accurata, ed ancora le studiate sequenze cromatiche, lo splendore e la florida opulenza degli incarnati, ed infine, ribadiamo, la raffinata scelta di gesti e fisionomie, che concorrono a renderla un'opera di straordinaria comunicatività.

Le condizioni del dipinto sono ottime: l’opera è stata pulita e rintelata, e si presenta in tutto il suo splendore, senza restauri o ritocchi significativi. L'opera è completata da un'importante cornice coeva, in legno intagliato e dorato.


art.dip49

Prezzo: Contattare



Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Torna ai contenuti | Torna al menu