Dip.ant.117 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vi invitiamo a visitare la nostra NUOVA SEDE
di RIVA DEL GARDA, in Viale Prati 39
Vai ai contenuti

Menu principale:

GALLERIA > Dipinti
Scipione Pulzone, detto Il Gaetano (Gaeta 1544 - Rome 1598)
Ritratto di Santa Chiara

seconda metà XVI secolo

Olio su tela
cm 65 x 52
con cornice scolpita e dorata cm. 91 x 78


Proponiamo con immenso orgoglio questo magnifico dipinto, ascrivibile all'operato di Scipione Punzone, pittore originario di Gaeta e giunto in giovane età a Roma; la produzione del maestro si colloca in una realtà della pittura classica italiana a cavallo tra il tramonto Rinascimentale, con una raffinatezza tecnico-formale ereditata da Raffaello, e la nuova ventata di rivoluzione seicentesca che germinerà di lì a poco nella corte della Roma barocca dei papi.

La tela raffigura un ritratto di Santa Chiara, immortalata mentre sorregge con devozione l’Ostensorio, suo attributo iconografico tipico.

È Scipione da Gaeta molto eccellente nel fare i ritratti di naturale, e talmente sono da lui condotti che paion vivi…”: è con queste parole che il critico d’arte Raffaello Borghini, nel 1584, celebra la grande pittura di Scipione Pulzone da Gaeta, un artista ricercato e minuzioso che nella seconda metà del Cinquecento consolidò la sua popolarità tra le più importanti famiglie aristocratiche romane, divenendo il ritrattista ufficiale della nobiltà e della dirigenza ecclesiastica dell’Urbe.

I ritratti di Pulzone, così come l’opera in esame, sono icone di un’incomparabile eleganza: nobildonne, cavalieri, cardinali e papi prestavano le loro fisionomie all’occhio attento dell’artista gaetano che riusciva a cogliere con la sua superba tecnica ogni minuzioso particolare immortalato. Una dovizia fotografica, un’attenzione materica sorprendente che ricalca un certo prototipo pittorico d’ispirazione fiamminga che darà a Pulzone l’appellativo di “Van Dyck della scuola romana”.

Il corpus delle opere sacre firmate da Pulzone evidenziano una finezza d’esecuzione impareggiabile; basti pensare all’incantevole volto della Beata Vergine (vedi immagine nei dettagli) proveniente dalla Trafalgar Galleries di Londra, che trova delle assonanze incredibili con la nostra a Santa. Si noti la medesima tavolozza sottile e armoniosa degli incarnati, in cui il delicato velo bianco trasparente, che ombreggia la parte in prossimità del volto, serve a collegare i toni caldi delle labbra con il mantello monocromo che incornicia i visi. Il mantello incappucciato, riproposto anche per la nostra Santa Chiara, ricorda il maphorion, l'abito indossato dalla Vergine nelle icone bizantine, sottolineando ulteriormente la funzione dell'immagine come strumento di elevazione spirituale.

 

Pulzone interpreta i sentimenti religiosi dell’ambiente figurativo romano e fiorentino, sceglie come sua sede d’elezione Roma, a discapito della più vicina Napoli, non tralasciando mai le sue origini e il rapporto privilegiato con Gaeta, una roccaforte militare ed artistica, culla florida di una cultura neomanierista votata all’Europa  e agli echi raffinati della produzione pittorica olandese. Un humus intellettuale in cui Scipione cresce e dove consolida le premesse per un approccio internazionale dando valida prova della sapiente tecnica e di una raffinata eleganza esecutiva.

In condizioni eccezionalmente buone, il dipinto presente è completo di una bella cornice dorata.

Il dipinto viene venduto corredato di certificato di autenticità.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati. Per info http://antichitaischia.it/spedizioni.html


art.dip.ant.117


Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Ultimo aggiornamento 18/05/18 - Copyright ©2017 Antichità Ischia Romano
Torna ai contenuti | Torna al menu