Lago e castello di Toblino - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lago di Toblino e il castello

Del Castello di Toblino colpisce l’impostazione architettonica che ne rivela un indissolubile legame con l’età medievale.
La struttura ha un’impostazione particolare, con tanto di mura di cinta, ponte levatoio ed una torre cilindrica alta quasi 20 metri ed un’ affascinante cappella barocca.

Il Castello di Toblino sorge su un isolotto dell’omonimo lago, venne costruito nel XII secolo e da sempre costituisce uno dei castelli di maggiore importanza del Trentino.

Nel XVI secolo l’edificio venne trasformato in residenza estiva vescovile, mentre oggi ospita un rinomato ristorante che non potrebbe avere uno sfondo panoramico migliore: è possibile cenare o prendere un caffè sulla meravigliosa terrazza ammirando il lago ed in panorama montuoso che lo protegge gelosamente.
Si tratta di uno dei luoghi più romantici e misteriosi del Trentino, visto che questo castello è segnato da numerose leggende che raccontano di amori e tresche segrete al suo interno.

Il Lago di Toblino, dove si trova il castello, è posizionato al termine della Valle di Sarca, la quale per il numero dei laghi che racchiude è conosciuta anche come Valle dei Laghi. Si tratta di un bacino che si è formato tramite erosioni e sedimentazioni causate dalla lenta azione dell’acqua del Fiume Sarca, che si inserisce in un contesto naturale molto suggestivo tra colline verdeggianti, fitti boschi, vigneti e file di cipressi che si fanno strada tre le pareti montuose.

Il clima mite che interessa il lago favorisce lo sviluppo di una vegetazione mediterranea che si caratterizza per i colori vivaci degli alberi di limone, per gli ulivi, il rosmarino e l’alloro. Inoltre quella intorno al lago è un’area protetta dove è possibile notare una flora ed una fauna incontaminata, con bellissime specie di ogni genere, sia acquatiche che terrestri.


Ultimo aggiornamento 19/07/17 - Copyright ©2017 Antichità Ischia Romano
Torna ai contenuti | Torna al menu