Ico17 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dettagli


La "Madre di Dio, consola i miei dolori", con due santi ritratti sulla cornice, a sinistra San Gabriele Arcangelo e a destra San Giovanni Battista.

Tempera su tavola
Russia, Mosca, scuola di Novodevichy
Fine Settecento

Misure 36 x 32 cm

Icona di ottima qualità esecutiva con particolare colore di fondo, caratteristica tipica della scuola di Novodevichy, raffigurante la "Madre di Dio, consola i miei dolori".

Il nome attribuito a questa tipologia iconografica mariana trae origine dalle preghiere indirizzate a quest'immagine nel giorno della sua festa, celebrata in Russia annualmente il 25 gennaio: “Consola i dolori della mia anima affannata, tu che tergi ogni lacrima dal volto della terra: perché sei tu che togli agli uomini i mali ed elimini le afflizioni dei peccatori”.

Maria si è fatta carico delle sofferenze dell’umanità, porta la mano destra alla tempia in atteggiamento di meditazione e ascolto. Gesù appoggiato al braccio della Madre regge un rotolo che invita a giudicare con giustizia, misericordia e generosità, riportando una citazione dal Vangelo
di S. Giovanni “Giudicate con giusto giudizio”.

Secondo la tradizione l’icona fu portata a Mosca dai cosacchi nel 1640, al tempo dello zar Michail Romanov e fu donata alla chiesa di S. Nicola di Myra.
In seguito ad un incendio e a dei lavori di ristrutturazione l’icona fu dimenticata e abbandonata nel campanile della chiesa.
Nel 1760 l’immagine apparve ad una nobildonna gravemente malata, ordinandole di andare a Mosca nella chiesa di San Nicola e di trovare la sua icona. La donna si recò nella capitale ma non riuscì a trovare subito l’icona della Vergine nella chiesa. Dopo lunghe ricerche l’immagine, ormai caduta in dimenticanza e ricoperta di polvere, fu ritrovata e subito riconosciuta dalla donna. In seguito alla preghiera davanti all'effige della Madre di Dio la malata guarì.
L’icona operò numerosi miracoli e divenne particolarmente popolare durante la peste dell’anno 1771. Un gran numero di chiese fu consacrato a quest'icona miracolosa.

L'icona in esame si presenta in ottimo stato di conservazione, dipinta in maniera eccelsa con una resa miniaturistica di prim'ordine e, come ogni nostro oggetto, viene venduta corredata di certificato di autenticità e di una scheda descrittiva la tipologia iconografica in esame.

art.ico17

Prezzo: Contattare



Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Torna ai contenuti | Torna al menu