Dip.ant.54 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

GALLERIA > Dipinti
Francesco Solimena (Canale di Serino 1657 – Barra 1747), bottega

L’Adorazione dei Pastori


seconda metà XVII secolo
olio su tela

Misure (cm): 155 x 102
con cornice: 164 x 114

La splendida tela in esame, databile intorno alla fine del Seicento, faceva parte di un lascito ereditario nobiliare di una famiglia romana, dalla quale abbiamo recentemente acquisito molti pezzi d’antiquariato di altissimo livello.

Dei dipinti raffiguranti il medesimo soggetto sono passati in aste internazionali con stime molto considerevoli. Riportiamo di seguito due di tali lotti, con relative quotazioni ed aste di riferimento. Per consultarne i dettagli cliccare sul seguente documento.

L'opera, che raffigura l'Adorazione dei pastori, colpisce, oltre che per le dimensioni ed il forte senso scenografico, per la vivacità dei colori e la grande intensità emotiva del soggetto rappresentato, celebrando il momento più suggestivo della Natività.

Il fulcro della rappresentazione è costituito dalla Vergine che scosta con estrema delicatezza i due lembi del lenzuolo, rivelando il figlio ai presenti, che lo contemplano adoranti; alle spalle San Giuseppe, mentre tutt'attorno i personaggi rendono onore alla Sacra Famiglia con gesti di devozione. Nella parte superiore due angeli sorreggono delle ghirlande di fiori per celebrare l'annuncio della nascita del Salvatore.

La rappresentazione scenica della nascita di Gesù associata all’Adorazione dei Pastori è uno dei temi della vita di Cristo tra i più raffigurati in assoluto: tale iconografia poi, a ragione forse dell’antica tradizione presepiale, risulta particolarmente diffusa in Italia Meridionale.

Analizzando l'opera da un punto di vista stilistico emergono numerose le caratteristiche che ne conducono la paternità alla produzione pittorica della bottega del partenopeo Francesco Solimena (Canale di Serino 1657 – Barra 1747), uno degli artisti più rappresentativi della cultura tardo-barocca in Italia. A tal riguardo emerge la predilezione a quegli elementi pittorici che focalizzano l'attenzione sui personaggi, come i contrasti luce-ombra capaci di dare un forte risalto alla gamma cromatica chiara e brillante.

Nell’allora capitale del viceregno austriaco, il Solimena diede vita ad una prestigiosa bottega nella quale si formarono alcuni tra i maggiori pittori del Settecento napoletano; l'attribuzione del dipinto ad un allievo del Solimena, sulla base di un suo evidente disegno preparatorio, si basa su specifiche connotazioni stilistiche.

Dalla tela, scenografica e luminosa, deriva il senso monumentale della composizione, dal cui concitato linguaggio emerge una forte tendenza alla solidità della forma, alla concretezza naturalistica delle immagini e alla chiarezza dello spazio compositivo.  

La composizione appare in una luce notturna densa di bagliori, vaporosa e brulicante di colori, nella quale si stagliano i personaggi della composizione oltre ai due angeli che sovrastano la scena: un’opera grandiosa che racchiude in sé prerogative stilistiche che raramente ritroviamo unite in un unico dipinto, ma che esprimono in quest'opera, di qualità altissima, una forza pittorica che solo un grande artista può evocare.

La tela si presenta in ottimo stato di conservazione, ed è accompagnata da una bella cornice coeva dorata a mecca.

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità.

art.dip.ant.54

Prezzo: Contattare



Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Ultimo aggiornamento 23/09/17 - Copyright ©2017 Antichità Ischia Romano
Torna ai contenuti | Torna al menu