Dip.ant.36 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

GALLERIA > Dipinti

Dettagli


Amorino dormiente,

Scuola bolognese del XVII Secolo,

cerchia di Elisabetta Sirani (Bologna, 1638 - 1665)


olio su tela in cornice in legno intagliato e dorato coeva
Epoca Seicento

Misure (cm): 90 x 60

Dopo un attenta analisi della resa stilistica ed un'approfondita comparazione con opere analoghe della pittrice Elisabetta Sirani (Bologna, 1638 - 1665)riconducono la nostra tela a quel gruppo di pittori che seguirono l’operato artistico a Bologna della stessa pittrice, e rientranti in quello straordinario movimento pittorico barocco comunemente noto come scuola bolognese. Lo stile di tale corrente, che troviamo perfettamente nella nostra opera,  è espressivo e veloce, con pennellate ampie e un impasto fluido, abbinato a un intenso e raffinato senso del colore e del chiaroscuro.

Questo gioiello della pittura bolognese della fine del Seicento raffigura un Cupido dormiente, proposto secondo i dettami barocchi, attinti dall'antichità, che lo vedono raffigurato come un putto piuttosto grassoccio ed alato.

Al fuo fianco, posata a terra, la faretra con le frecce, che nella tradizione iconografica rappresenta lo strumento che ne simboleggia la forza dirompente, capace di soggiogare l’uomo e ammansire le belve.

Tuttavia, in queste rappresentazione, Amore dorme e quindi il suo potere non agisce.
Il sogno di Cupido può essere inteso come stato intermedio tra la coscienza e l’incoscienza, come stato di “vacanza dell’anima”, durante il quale l’anima, liberata dal corpo materiale, può elevarsi verso il divino: e quindi l’amore puro sarebbe in tal caso visto come mezzo di elevazione spirituale. La rappresentazione del Cupido dormiente, secondo un'altra interpretazione, simboleggerebbe la caducità dei piaceri terreni

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità.


art.dip.ant.36

Prezzo: Contattare



Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Ultimo aggiornamento 18/11/17 - Copyright ©2017 Antichità Ischia Romano
Torna ai contenuti | Torna al menu