Dip.ant.28 - Romano Ischia | Galleria d'Arte e Antiquariato - Trento

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dettagli


Guidoccio Di Giovanni Cozzarelli (Siena, 1450 - 1517)

Seguace di

Madonna col Bambino e Santi

tempera su tavola a fondo oro,


Dimensioni (cm): tavola 40 x 27
con cornice 70 x 57

La magnifica tavola proposta, molto ben conservata, è stata realizzata da maestro vicino a Guidoccio Di Giovanni Cozzarelli ed ha come soggetto un tema religioso molto diffuso durante il Quattrocento, quello della “Madonna con Bambino e Santi“, risolto secondo una concezione compositiva tipica senese, che vede la Vergine raffigurata a mezzo busto, su fondo oro, ed accompagnata da Santi o angeli.
La scuola senese, che vide tra i sui maggiori esponenti Duccio da Buonisegna, fiorì tra il XIII ed il XV secolo e riuscì a competere con la magnificenza della Firenze di Cimabue, basando la propria produzione artistica su un linguaggio più conservativo, basato sulla bellezza decorativa e sull'eleganza ereditata dall'ultimo periodo dell'arte gotica, e quindi su una maggiore idealizzazione rispetto alla pittura fiorentina.
Al centro del dipinto è effigiata la Madonna, elegantemente descritta, che tiene in grembo sorreggendolo con entrambe le mani il Bambino Gesù.
Dietro di loro ci sono due figure di santi, le cui fattezze sono dipinte con precisione miniaturistica e perizia nella descrizione dei particolari, espressione tipica dei modi del Cozzarelli.
Dall'opera in esame, ma anche dall'attitudine seguita dall'arte senese in genere, traspaiono dei residui ereditati dall'arte bizantina, mantenuta per conferire una maggiore raffinatezza alle opere. Benché, infatti, l'autore conosca alla perfezione la prospettiva, come si evince dai rapporti spaziali che legano le figure, immerge la scena in un fondo oro: proprio questa scelta stilistica è un omaggio alla grande tradizione bizantina.
La tecnica del Cozzarelli è evidente soprattutto nella fisionomia, nell'espressività dei volti e nella descrizione anatomica dei soggetti,  nonchè nella struttura compositiva che vede la Madonna come fulcro ideale su cui ruota l'intero dipinto, esempio di raro equilibrio e di perizia artistica.  

Cenni biografici:
Guidoccio Cozzarelli (Siena, 1450 – Siena, 1517)
Pittore e miniatore italiano.
Allievo e collaboratore di Matteo di Giovanni nel duomo di Siena (affreschi a monocromo della cupola del Duomo, 1481; disegno per la Sibilla Libica del pavimento, 1483); fu apprezzato soprattutto come miniatore, tra le sue realizzazione si annoverano la pergamena custodita nell'Archivio di Stato a Siena e le miniature conservate nel duomo di Siena, risalenti agli anni ottanta del Quattrocento. Questo è ritenuto il suo periodo più fertile; Nel dicembre 1482 firma e data la tavola con Madonna col Bambino in trono, due angeli reggicorona, S. Gerolamo e il beato Giovanni Colombini, (Siena, Pinacoteca nazionale), nel 1586 realizza il Battesimo di Cristo e una Madonna e Santi  all'interno della chiesa di S.Bernardino a Sinalunga.
Negli anni tra il 1483 e il 1486 è documentata una sua notevole attività per il convento dell'Osservanza a Sinalunga (chiesa di S. Bernardino) e per la zona limitrofa: firmata e datata 1486 è infatti la Madonna col Bambino e i ss. Simone e Taddeo, iniziata nel 1483 (documenti citati da Romagnoli); nella stessa chiesa è la tavola con il Battesimo di Cristo, considerata dalla critica il suo capolavoro; sempre al 1486 è datata (e firmata) la tavola rappresentante la Madonna col Bambino in trono con s. Margherita e s. Caterina d'Alessandria, ora nel Museo di Budapest, proveniente dai dintorni di Sinalunga: opere tutte caratterizzate da una grande accuratezza di esecuzione e da un ottimo livello espressivo.
Al 1495 è datato il S. Sebastiano della Pinacoteca nazionale di Siena.

Il dipinto si presenta in ottimo stato di conservazione.

Il dipinto viene venduto corredato di certificato di autenticità.

art.dip.ant.28

Prezzo: Contattare



Per qualsiasi informazioni sul presente oggetto,
non esitate a contattarci telefonicamente a 0461-564830 o 348-7225327
oppure compilate la seguente mail

Richiedi informazioni oggetto


Stampa

Torna ai contenuti | Torna al menu